venerdì 17 aprile 2015

Mozzarella di mandorle



Ieri mia figlia Marta, di sua spontanea volontà, ha trascritto su un foglio la poesia che aveva imparato per la festa del papà, recitata il 19 marzo scorso.

Marta frequenta l'ultimo anno della scuola dell'infanzia e a settembre andrà alla primaria.
Ora, come l'abbia scritta non ha importanza, né ha importanza il fatto che abbia fatto alcuni errori (le doppie, ha dimenticato qualche lettera, non ha usato gli spazi fra una parola e l'altra ecc.., ma il testo è abbastanza chiaro nella sua interezza, o almeno a me è chiaro).

Marta non ha imparato da me a scrivere, né alla scuola dell'infanzia, né si può dire che sappia farlo, però sono qui a parlarvi di questo per dimostrare come la curiosità di qualsiasi essere umano spinga alla conoscenza, ad imparare autonomamente. Quando si è pronti e si raggiunge la maturità per fare una cosa, è più facile raggiungere quell'obiettivo.

Questo racconto voglio dedicarlo a tutti quei genitori che amano far saltare le tappe ai propri figli, infischiandosi se questi siano veramente pronti per quel qualcosa.

Il mio appello? Rispettiamo i tempi dei nostri figli, tenendo presente che in caso di più figli della stessa età (come nel mio caso) i tempi possono essere diversi, anche di molto. Perché i bambini sono tutti diversi, anche quando si tratta di gemelli (non tutti lo sanno, molti pensano che essere gemelli significhi essere uguali in tutto, a volte ci si sconvolge persino delle diverse altezze, come mi è accaduto ieri quando una signora mi ha detto "ma davvero sono gemelli? Una è più alta ed una più bassa". Signora mia, esistono anche i gemelli eterozigoti, e comunque anche nel caso degli omozigoti non è detto che siano necessariamente identici!). 
Capisco l'ignoranza su alcune cose, non tutti sanno, per carità.



Oggi vi presento una mozzarella un po' diversa e dal gusto meno tradizionale, la mozzarella di mandorle.

Se amate le mandorle provatela, si può preparare sia nel pentolino e sia nel bimby e dopo un tempo di riposo in frigo potrete gustarla a fette oppure a dadini nell'insalatona, nel panino o sulla pizza.














INGREDIENTI per 1 mozzarella:

40 g. di mandorle pelate
160 g. di acqua
25 g. di amido di mais o fecola di patate
5 g. di olio extravergine di oliva
sale q.b.



Frullare in polvere le mandorle, aggiungere l'acqua e frullare di nuovo. Aggiungere gli altri ingredienti e mescolare con un cucchiaio di legno. Mettere il pentolino sul fuoco e cuocere per 10 minuti, continuando a mescolare a fiamma non troppo alta.

Ungere un contenitore di vetro con dell'olio e versare la mozzarella livellandola con una spatola. Una volta fredda coprire e mettere in frigo fino al giorno dopo. Il giorno successivo togliere dal frigo, capovolgere su un piatto da portata e gustare ;-)

La mozzarella si conserva in frigo fino a 3-4 giorni, se ci arriva :-D




Se hai il bimby:


Frulla le mandorle in polvere: 20 sec. vel 10
Aggiungi acqua e frulla ancora: 10 sec. vel 8
Aggiungi l'amido di mais ed il sale: 6 min, 100 gradi, vel. 3

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...