giovedì 22 novembre 2012

La torta di mele di Filomena

La torta di mele, quella che fa Filomena, viene più alta, più soffice, più buona, più tutto!! La prima volta che l'ho mangiata ero da lei e dalla sua splendida famiglia, le ho detto che la dovevo assolutamente rifare... è passato un mese da allora (o forse poco più? Io perdo il conto del tempo che passa, ragazzi..)  e l'ho rifatta per ben 4 (quattro) volte. E' sempre ottima, ma la sua ha quel quid in più. E' come quando mangiamo il sugo della mamma e ci sembra il più buono al mondo, provi a rifarlo ma non viene mai uguale, vi capita?
L'altro giorno pensavo a quando mio nonno preparava la carne alla brace, ma non era una brace qualunque di un caminetto qualunque.. era il caminetto che aveva in una stanza divisa dalla casa, dove stavamo quando faceva freddo, gatti compresi che si accoccolavano sulle nostre gambe mentre eravamo seduti sulle sedie di una volta, quelle di ferro con l'imbottitura... e chi se le scorda quelle sedie, facevano un rumoraccio quando le spostavamo!
Tutto questo avveniva rigorosamente nel giorno di domenica. Ogni volta per il pranzo il nonno cucinava questo agnello alla brace, mentre la nonna preparava le sue mitiche sagne da mangiare insieme ai fagioli (chi non sa cosa siano le sagne guardi qui). Quelle sagne, con quei fagioli, con quel sughetto che solo lei sapeva fare, insieme a quella carne alla brace del nonno arricchita da un mix di spezie la cui ricetta era segreta (e che ahimè si è portato nella tomba :-/), come segreta era la modalità con cui la cucinava (una volta cotta la teneva in caldo mettendo un coperchio sul pentolino. Il vapore che veniva a formarsi generava un sughetto dal sapore unico. Credete che mia madre non abbia mai provato a ripetere l'esperimento per conto suo? Vi sbagliate! Ma l'esperimento è fallito! La ricetta del nonno non è riproducibile, troppi segreti dentro, e forse è proprio questa la magia, non trovate?), insomma tutti questi ricordi sono parte della mia infanzia e ringrazio Filomena per avermeli in qualche modo, tramite la sua torta di mele unica, fatti rispolverare uno ad uno..

 


La ricetta è quella del libro base bimby, ma per me resta e resterà sempre la "Torta di mele di Filomena"..
Riporto anche il metodo tradizionale per chi non ha il bimby.

  • 600 g di mele golden o renette 
  • succo e scorza di un limone 
  • 200 g di zucchero 
  • 50 g di nocciole 
  • 3 uova 
  • 1 vasetto di yogurt naturale da 125 g. 
  • 70 g di  burro ammorbidito
  • 200 g di farina '00' dolci e sfoglie Rosignoli molini
  • 1 pizzico di sale
  • 1 bustina di lievito per dolci 
  • burro e farina qb per la tortiera
  • zucchero a velo per la decorazione

Sbucciate e affettate le mele, sistematele in una terrina e irroratele con succo di limone. Tenete da parte.


Con il  Bimby :

Versate nel boccale lo zucchero, la scorza di limone e le nocciole: 10 sec. vel.7
Unite le uova, lo yogurt, il burro, la farina, il sale e il lievito: 30 sec. vel.5

Con il metodo tradizionale:

In una ciotola montate le uova (intere) con lo zucchero aiutandovi con le fruste elettriche. Dovrete ottenere un composto gonfio, chiaro e spumoso.
Unite lo yogurt ed il burro, la scorza di limone e il sale. Continuate a lavorare bene con le fruste.
Incorporate le nocciole tritate finemente, quindi la farina e il lievito setacciati.

Versate la metà dell'impasto nella tortiera precedentemente imburrata e infarinata, distribuite metà delle mele formando uno strato e ricoprite con il restante impasto. Terminate con un altro strato di mele.
Cuocete in forno caldo per circa 35 minuti a 180°.
Una volta fredda decoratela con dello zucchero a velo.

11 commenti:

❀✿ Rossella❀✿ ha detto...

Perche' le torte di mele sono sempre cosi' belle e buone !!Questa deve essere davvero super!!!Da provare !!Un abbraccio!!!

carmencook ha detto...

Buonissima Sandra!!
Mi appunto la ricetta e la provo!!
Un bacione e buona serata
Carmen

carmencook ha detto...

Buonissima Sandra!!
Mi appunto la ricetta e la provo!!
Un bacione e buona serata
Carmen

carmencook ha detto...

Buonissima Sandra!!
Mi appunto la ricetta e la provo!!
Un bacione ebuona serata
Carmen

Luca Monica ha detto...

Che bel tuffo nel passato..
Che dire della torta...una mervaiglia!
Complimenti

A presto
Monica

(fotocibiamo)

Fabrizio Laggiard ha detto...

Complimenti per il bellissimo blog. Se vuoi scoprire i dolci tipici piemontesi vieni a trovarci su www.dolcepiemonte.com . Scoprirai anche delle gustose idee per i tuoi regali di Natale.

ciao

Alessandra Palma ha detto...

Sandra ho in forno proprio questa torta.... Una garanzia! Baci ai piccoli

Alessandra Palma ha detto...

Blog bellissimo che sa sempre darmi lo spunto giusto. Baci ai piccoli

Sandra ha detto...

Allora? com'è venuta??

Alessandra Palma ha detto...

L'ho già fatta due volte:una deliziosa! ;-)

Sandra ha detto...

Grande Ale! Dobbiamo ringraziare anche Filomena allora :-)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...