martedì 13 novembre 2012

Dido' fatto in casa (homemade playdough)

Sono tornata :-)

L'annuale appuntamento dove la protagonista è la raccolta delle olive ha rapito l'intera famiglia, ma è andata meglio di quanto ci aspettassimo!
Sono state due settimane molto intense, non solo per quanto riguarda i lavori in campagna ma anche nell'ambito dei rapporti interpersonali. Abbiamo riabbracciato i nostri cari, trascorso delle bellissime serate con i nostri amici e come ogni volta il tempo è volato... è inutile che vi dica che quando si sta meravigliosamente bene le ore volano, i giorni pure e le vacanze finiscono in fretta, ma allo stesso tempo i rapporti di amicizia vengono alimentati ed in qualche modo sembrano trasformarsi in qualcosa di ancora più prezioso, trascorrere del tempo insieme ai propri cari rende l'atmosfera più calda e rende il cuore traboccante di gioia... e potrei continuare all'infinito! L'amicizia, la famiglia... valori irrinunciabili che forse riusciamo ad apprezzare ancora di più quando ci ritroviamo "soli" (lontani fisicamente).

Oggi non ho una vera e propria ricetta da presentarvi, o meglio non prettamente culinaria :-) però la ritengo unica nel suo genere e chi ha bambini in età prescolare mi darà ragione.
Il didò esiste da sempre, quando ero piccola lo usavo anch'io, lo ha usato mia sorella e oggi lo ripropongono in vari kit, dentro zainetti o valigette, secchielli... ma da quando ho scoperto la possibilità di farlo in casa non l'ho più acquistato:
1- perché quando è auto-prodotto dà soddisfazione :-)
2- perché quello auto-prodotto è commestibile (ovvero se ingerito non manda mamma e papà in ansia ;D)
3- perché non si sbriciola
4- perché dura nel tempo se correttamente conservato
5- perché a mio avviso si modella meglio


Io l'ho sempre preparato nel bimby, però esiste un'alternativa per chi non ha questo elettrodomestico. Di seguito riporterò entrambe le ricette così da accontentare un po' tutti, ma il web ne è pieno e non so più chi è l'autore o l'autrice di queste ricette... chiunque sia GRAZIE!








Con bimby:

  • 4 misurini di farina bianca
  • 2 misurini di sale fino
  • 3 cucchiai di olio di semi
  • 2 cucchiaini di cremor tartaro
  • 3 misurini di acqua
  • 1 cucchiaino (o più) di colorante liquido per alimenti 

Inserire il sale nel boccale: 20 sec. vel. Turbo.
Unire la farina, il  cremor tartaro, l'olio e l'acqua: cuocere 4 min. 100° vel. 4. 
Quando è pronto si formerà una palla che si stacca dalle pareti del boccale.
Per ottenere più panetti di colore diverso, basta prelevare 6 palline dall'impasto ancora tiepido, ungersi le mani (o usare i guanti che andranno unti una volta indossati) e aggiungere il colore. Il panetto andrà lavorato un po' con le mani finché il colore non si sarà assorbito del tutto. Questa lavorazione va fatta mentre l'impasto è ancora tiepido.
Conservare il didò nella pellicola per alimenti avendo cura di sigillare bene i panetti o nelle scatole di latta con coperchio, nei contenitori per il freezer o in quelli plastificati.
Se volete colorare tutta la pasta dello stesso colore basterà aggiungere il colorante (in dose maggiore per avere un colore più intenso) insieme alla farina, il cremor tartaro, l'olio e l'acqua.
Se usate il colorante in polvere ne basta mezzo misurino per la dose intera.


Tradizionale:

2 tazze di farina
1 tazza di sale fino 
mezza tazza di maizena 
2 cucchiai di olio
1 cucchiaio abbondante di cremor tartaro 
2 tazze di acqua
coloranti alimentari

Mescolate tutti gli ingredienti insieme ad esclusione dei coloranti se preferite ricavare panetti dai colori diversi, altrimenti mettete tutto.
Versate gli ingredienti in una padella molto capiente e fate cuocere per pochi minuti rimestando fino ad ottenere un impasto duro. Prendete l'impasto facendo attenzione a non scottarvi e formate un panetto.
Sarà colorato e pronto per essere utilizzato se avrete unito anche il colorante altrimenti potrete lasciarlo bianco oppure.... sbizzarritevi dividendo il panetto in tante parti uguali e scegliendo un colore per ognuno di essi. Mettete un po' di colore in un recipiente ed impastate il panetto. Continuate allo stesso modo con tutti gli altri.
Conservateli nella pellicola per alimenti avendo cura di avvolgere bene ogni panetto, oppure nei contenitori di latta, di plastica, di vetro..

4 commenti:

giovanna ha detto...

Mio figlio ormai è grande, però posso prendere la ricetta per la mia piccola nipotina.Grazie, ciao.

carmencook ha detto...

Una bellissima idea per i piccoli !!
Bravissima!!
Un bacione Carmen

Sandra ha detto...

Grazie ragazze, vi assicuro che è migliore di quello comprato e non si sbriciola per tutta la casa!!

Monica ha detto...

Ottimo!!! Ne avevo sentito parlare ma non avevo la ricetta!!La proverò subito!!!!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...